La nostra intervista a “un pugliese in terra pontina”

Con il blog “un pugliese in terra pontina” condividiamo molte passioni e c’é un legame forte che mi unisce al suo fondatore, Roberto: un grande amico di vecchia data, il padrino di una delle mie figlie ed una delle persone che fanno parte della mia “famiglia allargata” e che sono le più importanti della mia vita.

E’, quindi, con immenso piacere che ve lo presento!

Caro Pugliese in terra pontina, raccontami un po’ la storia del tuo blog…

La mia storia nasce ad agosto 2020 durante un’estate pazzesca diversa da tutte quelle dei miei ultimi 40anni. Un’estate particolare, ferma, senza quell’adrenalina del viaggiare e scoprire posti nuovi.

Un’ estate introspettiva che ho passato a studiare me stesso, a capire quali fossero le mie reali passioni e così scoprendo le mie passioni è nato un pugliese in terra pontina.

Chi c’é dietro il blog “un pugliese in terra pontina”?

Dietro il blog c’è un ragazzo innamorato del made in Italy, dei piccoli artigiani, di quelle realtà meno conosciute ma che realizzano prodotti di alto livello.

Un ragazzo che ama far conoscere le bellezze della nostra Italia e dei tanti artigiani che la rendono importante con le loro creazioni.

Quando e come é nata l’idea del blog?

Come dicevo l’idea è nata durante la scorsa estate quando ho deciso di racchiudere in un sito tutte le mie passioni e la mia voglia di raccontarle a tutti, senza filtri e senza paura di mostrarmi per quel che sono.

Perché il tuo blog si chiama cosi’?

Il blog si chiama così perchè sono pugliese ma la mia compagna vive a Latina, in terra pontina e visto che ci vado ogni week end quando sono lì sono “un pugliese in terra pontina”.

Quali argomenti tratti nei tuoi articoli?

Mi occupo di moda, food, hotellerie, costume e società.

Cerco di raccontare il piu’ possibile la nostra Italia, presentando personalità importanti come chef stellati, giornalisti, ballerine e artiste, interior designer e raccontanto realtà artigianali delle nostre province, ristoranti dove vale la pena andare, hotel che ti lasciano sognare in posti meravigliosi.

Su che canali social possiamo trovarti?

Sono presente su instangram, youtube, facebook e ovviamente sul mio sito.

Sei mai stato a Parigi? 

A Parigi ci sono stato tantissime volte e lì c’é una parte di me, perchè ci vivono le persone più importanti della mia vita .

Se penso a come tutto è nato credo che il caso, davvero regali momenti speciali.

Ci torno sempre con piacere perchè adoro Parigi, i suoi ristoranti, i suoi quartieri la sua vita, una città splendida dove non vedo l’ora di tornare.

Ci racconti un episodio o un’esperienza che ti ha marcato durante un viaggio a Parigi?

Ricordo quando ci andai per il matrimonio della mia amica, la persona che mi sta intervistando, nacque tutto come una gita, fummo ospitati a casa di una sua amica che nemmeno conoscevamo, ricordo ancora quando ci arrivai si presento’ mi lascio’ le chiavi della casa e ando’ via.

All’improvviso mi trovai dentro la casa di una ragazza parigina, con tutte le sue cose, e ricordo il balconcino con i fiori perfettamente arredato da lei dove passai qualche ora a fumare a a guardare l’orizzonte.

Poi ci fu il matrimonio qualcosa a cui noi italiani non eravamo abituati, era tutto nuovo, diverso ma nello stesso tempo bellissimo così come il banchetto nuziale.

Noi italiani siamo abituati a grandi ville, tutti in smoking mentre lì, dopo la celebrazione ci ritrovammo in un locale insieme a tantissimi ragazzi a ridere e scherzare.

Fu qualcosa di meraviglioso una giornata che non dimentichero’ mai, il mio francese era pessimo ma riuscivo comunque a dialogare con tutti.

Fu davvero qualcosa di unico che mi ha lasciato dentro ricordi bellissimi.

Ami milano? Ci vai spesso?

Milano l’ho scoperta recentemente dopo l’università, per me prima esisteva solo Roma.

Milano l’ho sempre vista con diffidenza, motivo per cui non volli nemmeno andarci all’università.

Poi grazie ai miei amici che ci vivono ho iniziato a scoprirla, a conoscerla.

Ho scoperto una città meravigliosa, piena di angoli bellissimi da vedere, con uno shopping frenetico.

Ho scoperto che a Milano puoi davvero trovar tutto: ristoranti eccezionali, curati che non esistono altrove. Una città che seppur del nord, è molto calda e ti fa sempre sentire a casa, mai una persona estranea.

Ci torno spesso almeno una volta al mese anche se, ormai, causa Covid, ci manco da un anno.

Qual é il tuo legame con questa città?

Il mio legame oggi è prezioso, i miei amici piu’ cari, mio cugino vivono lì pertanto è una città dove andrei a vivere se potessi.

E’ una città che ha saputo farsi amare e che mi ha amato e mi ha accolto.

Ormai giro milano con facilità anche quando noleggio la macchina perchè in fondo a differenza di Roma non è gigante, è piccola, ma ha tutto.

Ogni volta che ci vado scopro posti nuovi, negozi nuovi, ristoranti nuovi, pertanto posso dire di essere un milanese adottato.

Quando ho intervistato Michela Proietti, giornalista del corriere della sera, che ha scritto un libro “la milanese” ho sorriso tantissimo perchè è un libro vero e tutto quello che Michela scrive l’ho provato e visto con i miei occhi: Milano è così, le milanesi sono davvero persone uniche che non trovi altrove, che sanno farti girare la testa con i loro modi e la loro voglia di vivere.

Quali sono le tue passioni?

Le mie passioni sono per le bellissime cantine presenti nel nostro Paese, perchè ogni volta che le visiti fai un piccolo viaggio, per quei ristoranti caratteristici non solo per lo stile degli arredi ma per i loro menu curati, per quegli hotel in posti unici del nostro Paese che ti permettono di passare giorni meravigliosi e poi la passione piu’ grande è per il “bello”, motivo per cui sono attratto dalla moda.

MA una delle piu grandi passioni è chiacchierare, avere rapporti umani motivo per cui mi piace intervistare personalità importanti, perchè mi permettono di entrare nel loro mondo di confrontarmi con loro e questo mi arricchisce tanto.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Il progetto futuro piu’ bello sarebbe trasformare il mio piccolo “giocattolo” un pugliese in terra pontina in una agenzia di comunicazione e riuscire a gemellare la mia pagina con una milanese a parigi, perchè credo che siano due progetti molto smili nati dalle stesse esigenze e dagli stessi desideri, quindi, credo che insieme potrebbero crescere e trasformarsi in qualcosa di unico perchè in modo diverso raccontiamo scorci di mondi che non tutti conoscono e mostriamo ai nostri lettori sempre piccole novità che credo piacciano a tuti.

Quindi progetto futuro sarebbe realizzare un progetto unico con una milanese e chissà calvacare l’europa e rendeci portavi di tante realtà e posti non conosciuti.

Come ti vedi fra 10 anni ?

Mi vedo un papà, con una bella famiglia che trascorre un bellissimo natale insieme alla mia famiglia di Parigi, due famiglie unite, legate che si amano.

Il mio piu grande sogno è avere dei figli che possano diventare i miei migliori amici delle mie principesse di Parigi, mi piacerebbe vederli giocare insieme e crescere insieme, e penso che tra dieci potro’ vederlo.

So già che finita questa la lettura di quest’intervista non potrete che amare anche voi, come me, il pugliese in terra pontina più simpatico che ci sia!

Aurora

I commenti sono chiusi.

  • Tutti gli articoli!