RETURN2NATURE. ECOLOGICAL EVENTS & INITIATIVES

Può una semplice parola avere il potere di attivare un cambiamento?

La risposta è SI. E questa parole è Green!

Recentemente mi sono imbattuta in un’agenzia che non solo ha fatto della parola “green” la sua bandiera ma attraverso delle azioni concrete sta cercando di dare il proprio contributo per salvare il pianeta.

Return2Nature che ha sede a Como ed opera nel milanese e in tutta Europa, è un’agenzia di progettazione, organizzazione e promozione di eventi culturali eco – compatibili.

L’organizzazione di un evento richiede, infatti, l’impegno di energia e di risorse materiali provocando di conseguenza un impatto diretto o indiretto sull’ambiente; inquinamento, evento atmosferico, surriscaldamento globale e produzione di rifiuti. Allo stesso tempo un evento crea un beneficio per la comunità locale derivante dall’indotto per la domanda di beni e servizi, con ricadute positive in termini di benefici sociali. Emerge così, per le aziende, l’esigenza di realizzare in modo sostenibile eventi coerenti con i principi di sostenibilità, per allineare i valori che l’azienda vuole comunicare attraverso l’evento con l’evento stesso.

Attraverso queste manifestazioni che spaziano da concerti di musica classica a conferenze e mostre, nonché spettacoli teatrali ed escursioni in luoghi incontaminati, si sposa una nobile causa.

Per ogni evento organizzato, infatti, un team composto da tecnici esperti in ambito naturalistico, ambientale, guardie ecologiche e volontari, valuta l’impatto ambientale di ciascun evento grazie a speciali algoritmi sviluppati in collaborazione con importanti istituti ed università europee. Il costo in CO2 viene non solo risarcito ma ribassato ulteriormente tramite progetti di piantumazione e rimboschimento in diverse parti del mondo, documentati e garantiti da partner nazionali ed internazionali e in collaborazione con il prestigioso World Land Tour.

Partecipare a queste iniziative è molto di più che trascorrere un momento speciale; è essere parte integrante del cambiamento. Una quota del biglietto viene infatti devoluta per ripopolare i boschi ed altre azioni green.

Per una conoscenza più trasparente viene costantemente stilato un report delle attività ecologiche dell’agenzia e quelle di tutti i partner.

LA COLLABORAZIONE CON UNA MILANESE A PARIGI

Da sempre noi di Una Milanese a Parigi siamo sensibili quando si tratta e si parla del tema green.

Abbiamo deciso di patrocinare tutti gli eventi promossi da Return2nature e diventare loro partner.

Promuovendo tutte le loro iniziative a livello nazionale ed internazionale. Sono infatti numerosi gli spettacoli e i concerti organizzati non solo in Italia ma anche in Francia, Svizzera a Germania.

Appoggiare le loro iniziative per noi vuol dire comunicare che cambiare è possibile e questo cambiamento lo possiamo mettere in atto valorizzando e promuovendo la bellezza e il patrimonio artistico che ci circonda.

I PROSSIMI EVENTI DI RETURN2NATURE

– 10 Ottobre al Parco Pineta di Tradate, concerto della Celtic Harp Orchestra;

– 11 ottobre ore 20.30 concerto Fabius Constable & the Celtic Harp Orchestra al Legend Club di Milano

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

www.return2nature.agency

www.worldlandtrust.org

Abbiamo intervistato Fabius Constable co – fondatore dell’agenzia Return2Nature.

. Com’è nata l’idea dell’agenzia Return2Nature?

Come tante cose, è nata grazie al tempo regalato dal Lockdown di quest’anno, dalla consapevolezza di come il silenzio, la natura e gli animali possano ritornare protagonisti delle nostre vite, di come i tempi possano essere più dilatati, di quanto importanti siano le nostre relazioni. Un altro elemento importante è stato osservare le disuguaglianze sociali e l’impatto ambientale generati da un globalismo senza regole, cosa che ci ha spinto a cercare una prospettiva “glocal”, ovvero vivere come parte di un unico pianeta, ma a partire dall’unità locale.

. Sei sempre stato sensibile al tema ecologico/ambientale o questa idea è nata seguendo un po’ il trend degli ultimi anni?

Fortunatamente sono uno di quelle persone che ha passato le estati d’infanzia ad arrampicarsi su noci e ciliegi, ad allevare girini e a dare una mano nella fattoria dei nonni. Ma al di là di ciò, il motivo che 20 anni fa mi portò a studiare l’arpa celtica e a creare un’orchestra di strumenti “world music” fu proprio il richiamo della natura. Mentre mi trovavo in Bretagna a studiare, una anziana signora mi disse una frase che da allora non mi ha più abbandonato: “dobbiamo fare il possibile per portare la voce dei boschi dentro le nostre città”.

. Per il lavoro di rimboschimento e piantumazione qual è la prassi? È una procedura complessa?

Esistono diverse ditte che si occupano di piantare alberi per conto terzi, ma il nostro sforzo è rivolto al rapporto diretto coi piantumatori: enti pubblici, corpo forestale, aziende agricole e parchi. Assieme a loro ci confrontiamo sulle specie da piantare, di modo che possano essere perfettamente integrate nell’ecosistema, con una preferenza alle specie locali storiche. Prendiamo ad esempio il rapporto tra la Lombardia e alberi come il castagno, la quercia e, in alcune zone, il gelso. Per quanto il castagno sia stato portato dai legionari romani e il gelso si sia sviluppato dopo l’arrivo della seta in Europa, entrambe queste realtà fanno parte del DNA delle nostre terre.

Siamo noi stessi, e i nostri collaboratori, a far crescere gli arbusti a partire dal seme. Al momento opportuno questi verranno piantati, in proporzione 5\1, ovvero cinque volte il numero di alberi che vogliamo ottenere, di modo da assorbire la percentuale di mortalità delle piante. Stiamo sviluppando progetti affinché la piantumazione venga effettuata da categorie sociali di particolare importanza, come studenti, persone con disabilità o, speriamo, anche ospiti delle strutture penitenziarie.

. Quali sono i prossimi obiettivi dell’agenzia?

Creare network, coinvolgere appassionati e contribuire nel nostro piccolo al radicarsi di una nuova cultura, più verde, più locale, più inclusiva.
Nel particolare ci piacerebbe allargare il campo offrendo alle piccole e medie imprese un “patentino Green” che possa essere economicamente a portata di mano e coinvolgendo equipe di psicologi e psicoterapeuti per valutare il potenziale della natura nella cura dei disturbi della psiche.

Mariolina

I commenti sono chiusi.

  • Tutti gli articoli!