Il nuovo concorso dell’institut Van Gogh : Paint For Van Gogh !

 

Questa primavera abbiamo avuto l’occasione di trascorrere una giornata intera à Auvers-sur-Oise, una graziosa cittadina a 27 km da Parigi : qui abbiamo potuto apprezzare la bellezza dei paesaggi e scoprire l’ampiezza dell’offerta culturale. Infatti, quest’anno Auvers-sur-Oise celebra il bicentenario della nascita di Charles François Daubigny (1817-1878), considerato il primo degli Impressionisti. A tal fine la città gli rende omaggio con un percorso culturale, «  Sur les pas de Daubigny, aux sources de l’Impressionnisme » (“Ripercorrendo i passi di Daubigny, alle origini dell’Impressionismo”), che animerà la stagione estiva di Auvers: i visitatori quindi potranno ripercorrere il tempo et immergersi nell’atmosfera del XIX secolo, esplorando i luoghi che furono fonte d’ispirazione per molti pittori di quell’epoca.

 

Auvers-002-Auvers vu du ciel.tif

 

Vincent Van Gogh fu uno di questi artisti: arrivò a Auvers-sur-Oise il 20 maggio 1890 et vi trascorse due mesi di intenso lavoro che diedero vita a 80 opere fra cui dei veri capolavori (Campo di grano con volo di corvi, Ritratto del Dottor Gachet, La Chiesa di Auvers).

 

VanGogh-ChampDeBleAuxCorbeaux

 

Una delle maggiori attrattive turistiche di Auvers-sur-Oise è la camera n°5 della locanda Ravoux, l’unica dimora di Van Gogh che si è conservata fino ai giorni nostri. I visitatori hanno quindi l’immensa fortuna di entrare nella camera dove Van Gogh si spense tra le braccia del fratello. Qui, in appena 7 metri quadrati impregnati di storia, si ha l’impressione di avvertire ancora la presenza del pittore.

 

AubergeRavoux-100-Faáade Ravoux dessin ht def@InstitutVanGogh

 

Da trent’anni l’Institut Van Gogh si dedica a salvaguardare la memoria del pittore olandese attraverso numerose iniziative : la sfida attuale è di riuscire a raccogliere 600.000 euro per finanziare i lavori necessari al restauro delle tombe dei fratelli Vincent e Théo Van Gogh, sepolti nel cimitero della chiesa di Auvers-sur-Oise. Questa somma di denaro sarà destinata anche alla messa in sicurezza del cimitero di Auvers et alla ristrutturazione dei lati della Chiesa Notre-Dame di Auvers, immortalati in un celebre dipinto di van Gogh.

 

TombesVanGogh-CreditErikHesmerg

 

Per promuovere l’iniziativa « Devenez mécènes de Vincent et Théo Van Gogh » (“diventate mecenati di Vincent e Théo Van Gogh”), l’Institut Van Gogh ha indetto il concorso #PaintForVanGogh : chiunque può partecipare realizzando un’opera originale che renda omaggio a Van Gogh. I tre lavori vincitori saranno messi all’asta il 20 maggio 2018, per ricordare il giorno in cui il pittore arrivò a Auvers, e contribuiranno così alla raccolta fondi del progetto « Devenez mécènes de Vincent et Théo Van Gogh ».

Van Gogh lasciò il segno indelebilmente nel mondo dell’arte e continua a distanza di più di un secolo ad affascinarci con le vicissitudini della sua vita: è giunto il momento di ringraziarlo!

Fiorella

(Se volete leggere l’articolo in francese, cliccate qui)

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Informazioni generali

Institut Van Gogh

Contattiwww.institutvangogh.org – (+33)1 30 36 60 65

Concorsohttp://www.institutvangogh.org/blog/2017/05/08/lancementconcours/

Facebookhttps://www.facebook.com/InstitutVanGogh/?fref=ts

Instagramhttps://www.instagram.com/paintforvangogh/?hl=fr

Twitter: https://twitter.com/InstitutVanGogh

Auberge Ravoux

Indirizzo: Place de la Mairie 95430 Auvers-sur-Oise

Orari: dal 1 marzo al 29 ottobre 2017 dal mercoledì alla domenica dalle 10h alle 18h

Tariffe: 6 € intero – 4 € ridotto – gratuito -12 anni

Contattiwww.maisondevangogh.fr – (+33)1 30 36 60 60

Come raggiungere Auvers-sur-Oise : da Parigi treno diretto da Paris-Nord a Auvers-sur-Oise il sabato, la domenica e i giorni festivi dal 1 aprile al 29 ottobre 2017 (durata 45 min). Info su www.transilien.com

PER RICEVERE VIA EMAIL LA NOSTRA NEWSLETTER CON TANTE IDEE PER LE VOSTRE GIORNATE A PARIGI:

Annunci
Comments
One Response to “Il nuovo concorso dell’institut Van Gogh : Paint For Van Gogh !”
Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] (Si vous souhaitez lire cet article en italien, cliquez ici) […]

    Mi piace