Che disastro di commedia al Teatro Carcano di Milano

Il Teatro Carcano di Milano conclude la sua programmazione con una esilarante commedia a cui vi consigliamo di assistere, se volete passare una serata piena di risate.

Parliamo di “Che disastro di commedia”, messa in scena per la prima volta nel 2012 con la regia di Mark Bell ( lo stesso regista di questa produzione del Carcano) in un piccolo teatro londinese; il grande successo ha portato man mano ad allestire questa pièce teatrale nei più importanti teatri europei e mondiali.

Si tratta di uno spettacolo basato sul teatro nel teatro: una compagnia teatrale decide di mettere in scena un giallo ambientato nella Londra degli anni ‘20, ma la produzione si rivela totalmente disastrosa.  

Come dice Gabriele Pignotta, uno dei protagonisti, in un’intervista:”Portiamo all’eccesso un meccanismo universale della comicità: quello della porta in faccia o della buccia di banana. E’ come vedere sul palco Stanlio e Ollio o Mr. Bean” .

Vediamo  infatti in scena un susseguirsi di errori, rovinosi crolli , sostituzioni improvvise, dimenticanze, momenti di pause involontarie…

“E’ un po’ la summa di tutti i peggiori incubi di chi fa questo mestiere – prosegue Pignotta – perché quelle cose, per quanto paradossali, capitano davvero: come da copione chiedi il block notes al compagno di scena, ma sul tavolo non c’è. E finisce che ti passa un vaso di fiori. Nonostante tutto, però, devi andare avanti impassibile. Ed è proprio lì che si ride

Ed effettivamente si ride, e molto, apprezzando anche, con numerosi applausi a scena aperta, la capacità istrionica degli attori e il ritmo incalzante che la compagnia ha sempre saputo tenere.

 

Da giovedì 3 maggio
a domenica 13 maggio
2018

CHE DISASTRO DI COMMEDIA
di Henry Lewis, Jonathan Sayer, Henry Shields
Traduzione Enrico Luttman

Regia Mark Bell

Con Alessandro Marverti, Yaser Mohamed, Marco Zordan, Luca Basile,
Viviana Colais, Stefania Autuori, Valerio Di Benedetto
e la partecipazione di Gabriele Pignotta

 

Adriana

 

Annunci

I commenti sono chiusi.