“Le Prenom” al teatro Carcano di Milano

le-prenom

Una commedia brillante, divertente e recitata benissimo: “Le prénom” di Delaporte e de La Patellière è in scena al Teatro Carcano fino al 12 marzo.

Il testo teatrale ha dato origine a due film, uno  francese, degli stessi autori, e l’altro italiano, diretto da Francesca Archibugi (“Il nome del figlio”).

I personaggi sono ben caratterizzati: tutti appartenenti alla media borghesia, Pierre e Bibi insegnanti di sinistra, Vincent, fratello di Bibi, e Anna più ricchi e non impegnati politicamente, infine Claude, un amico d’infanzia, musicista.

La trama è molto semplice: durante una cena viene annunciata la futura nascita del figlio di Vincent; che nome daranno al neonato? Ed ecco che il nome scelto scatena sconcerto, imbarazzo, incredulità. Prendendo spunto dalla discussione sul nome da dare al figlio, i due cognati iniziano una lunga schermaglia che un po’ per volta coinvolge anche gli altri tre.

Cadono tutte le maschere, la coppia “perfetta” mette in luce  le innumerevoli incomprensioni su cui si è finora fondata, gli amici rivelano l’un l’altro i sentimenti contrastanti che hanno spesso camuffato per quieto vivere…

Come ogni commedia veramente riuscita si ride di cuore su una base di amarezza e disincanto: possibile che, quando ci si decide ad essere sinceri fino in fondo, tutti i rapporti, anche i più consolidati vadano miseramente in frantumi? Eppure ci si diverte davvero, identificandosi un po’ nei protagonisti e nelle loro manie.

Gli attori sono veramente bravi e, recitando con naturalezza, rendono estremamente credibile ciò che avviene sulla scena.

Il finale a sorpresa sembra volerci un po’ rassicurare sul fatto che, in fondo, dopo essersi dette le cose più tremende, si può ancora andare aventi a volersi bene.

Al Teatro Carcano di Milano

da mercoledì 1 a domenica 12 marzo 2017

LE PRENOM (Cena tra amici)

di Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patellière

con Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Aldo Ottobrino, Gisella Szaniszlò.

Regia di Antonio Zavatteri

 

 

 

La mamma di una milanese a Parigi

Annunci

I commenti sono chiusi.