I “falsi amici” nella lingua francese

I famosi “faux amis”

In linguistica sono definiti falsi amici tutte quelle parole di una certa lingua che presentano una notevole somiglianza con i termini di un’altra lingua, ma che hanno significati completamente diversi.

Classico errore per noi, italiani appena sbarcati a Parigi, é quello di cadere drammaticamente in inganno e di costruire frasi che ci faranno apparire un po’ come Toto’ e Peppino ne “la Malafemmena” .

 

Ecco quindi una lista che potrà essere di grande aiuto ai nuovi arrivati.

Affolé

“Andiamocene di qui, questo locale é troppo… affolé

Assomiglia a:

affollato

Significa invece:

impazzito

Ma quale parola dovremmo usare allora?

bondé

Avant

“Prego avant entri pure!”

Assomiglia a:

avanti

Significa invece:

prima

Ma quale parola dovremmo usare allora?

entrez!

bambiBiche

Assomiglia a:

biscia

Significa invece:

cerbiatto

 

Boudin

Attenzione alle ordinazioni al ristorante!

Assomiglia a:

budino

Significa invece:

sanguinaccio

Ma quale parola dovremmo usare allora?

flan

 

 

Bougie

Le bougie hanno le gambe corte

Assomiglia a:

bugia

Significa invece:

candela

Ma quale parola dovremmo usare allora?

mensonge

Cantine

Assomiglia a:

cantina

Significa invece:

mensa

Ma quale parola dovremmo usare allora?

cave

 Il_faut_se_méfier_des_mots

Confetti

Questo é bellissimo!

Assomiglia a:

confetti

Significa invece:

coriandoli

Ma quale parola dovremmo usare allora?

dragées

 

Costume

Occhio a fare shopping!

Assomiglia a:

costume

Significa invece:

abito maschile

Ma quale parola dovremmo usare allora?

maillot de bain

 

Enfin

La completa inversione tra italiano e francese

Assomiglia a:

infine

Significa invece:

finalemente

Ma quale parola dovremmo usare allora?

finalement

 

Fermer

Assomiglia a:

fermare

Significa invece:

chiudere

Ma quale parola dovremmo usare allora?

arretêr

 

Limon

lemon-40287_640

Assomiglia a:

limone

Significa invece:

fango

Ma quale parola dovremmo usare allora?

citron

 

Magazine

Il più difficile: ancora oggi dopo 5 anni a Parigi confondo le due parole!

Assomiglia a:

magazzino

Significa invece:

rivista

Ma quale parola dovremmo usare allora?

magasin (che vuole dire anche “negozio”)

 

Nonne

Assomiglia a:

nonna

Significa invece:

suora

Ma quale parola dovremmo usare allora?

grand-mère

 Paysan

keep-calm-and-ue-paisa

paysan!

Assomiglia a:

paesano

Significa invece:

agricoltore

Ma quale parola dovremmo usare allora?

villageois

 

Salir

Assomiglia a:

Salire

Significa invece:

Sporcare

Ma quale parola dovremmo usare allora?

Monter

 

Annunci

I commenti sono chiusi.