Storia di un Borsalino..il mio, che ha un cuore grande

Chi mi conosce un pochino, credo, conosca anche l’amore senza fine che mi lega al mio nonno materno.

Ho scritto e raccontato qualche volta di lui.

Il suo ritratto, che ho sempre in mente, lo trovate descritto qui: https://unamilaneseaparigi.com/2013/11/29/belvedere-di-camogli/

Se ne é andato un anno fa.

La sua mancanza nella mia vita é indescrivibile. Per me ha rappresentanto tante cose insieme e non passa giorno senza che, almeno una volta, non abbia pensato a lui, per un piccolo particolare che me lo ricorda.

Puo’ essere una musica, un profumo, un teatro, un libro, una battuta…

Insomma, il mio nonno avvocato non smetterà mai di vivere con me ed in me.

Avrebbe avuto 100 anni.

Il destino ha voluto che partisse a 99 senza che potesse organizzare la festa che aveva tanto sognato. Questa  é forse l’unica cosa che rimprovero a non so nemmeno io chi, mentre lo ringrazio di avermi fatto godere della fortuna di un nonno accanto per cosi’ tanti anni.

Ha conosciuto e giocato con tutte le mie 3 figlie.

Mi ha lasciato dopo avermi riempito di baci, mi ha salutato prima di partire ed é forse stato il modo che avrebbe scelto lui per andare.

Circondato da amore.

La storia di Borsalino, dei suoi Borsalino é diventata la mia.

Questo cappello italiano leggendario e meraviglioso, di cui lui possedeva un’intera collezione, é rimasto nel mio cuore ed ora nella mia vita.

E con onore e grande orgoglio oggi indosso i cappelli di quell’uomo che fu il primo a cui dissi “ti amo”, come ricordava sempre lui..

Ed é come abbracciarlo ancora.

Ed é come se mi accarezzasse la testa come faceva, per rassicurarmi: “va tutto bene Aurora, ci sono qui io a proteggerti”.

La vita é fatta di piccole felicità, e tu, caro nonno me ne hai regalate cosi’ tante…

 

Ti amero’ sempre

Aurora

 

Borsalino

6 Rue de Grenelle, 75006 Paris

Galleria Vittorio Emanuele II 92. 20121 Milano

 

 

 

 

I commenti sono chiusi.