Il ristorante ” Train Bleu” a Parigi: un’istituzione!

Chi lo avrebbe mai detto che all’interno della Gare de Lyon, nel dodicesimo arrondissement, si trovi uno dei più sofisticati ed eleganti ristoranti di tutta Parigi.

Le Train Bleu è infatti una meta irrinunciabile per gli amanti esperti della cucina tradizionale francese e tappa imperdibile anche solo se si vuole sorseggiare un tè nel tardi pomeriggio all’interno dei suoi saloni decorati.

Fu inaugurato con il nome di Buffet de la Gare dall’allora Presidente della Repubblica Emile Loubet il sette Aprile del 1901, dopo solo un anno dalla costruzione della stazione.

La creazione del ristorante è inscindibile da quella della Gare de Lyon e si deve alla Compagnia Paris-Lyon Mediterranée che volle costruire una stazione con tredici binari per le migliaia di viaggiatori. Nel 1963 fu ribattezzato Le Train Bleu in onore del Train Bleu Parigi-Ventimiglia; un treno di lusso di colore blu scuro e oro.

Caratteristica infatti di questo locale – dichiarato storico nel 1972-  è quella di essere rivestito da vetrate, stucchi dorati e raffinate pitture raffiguranti personaggi dell’epoca, e le città attraversate dai treni che partivano dalla Gare de Lyon.

Si può dunque cenare ammirando i quadri che rappresentano il teatro di Orange, la Battaglia dei fiori di Nizza o ancora Marsiglia, le Alpi e Venezia.

 

Le Train Bleu è un ristorante in stile primo impero dal gusto barocco e Belle Époque. Vi si accede dopo le banchine della stazione attraverso una maestosa scalinata a doppia rampa.

Gli interni sono degli di un museo di inizi Novecento; cornici dorate, lampadari a goccia, mobili, poltrone e grandi affreschi dell’epoca.

A rendere questo ristorante uno dei migliori della città c’è un grande chef, Jean-Pierre Hocquet che insieme alla sua brigata di ben cinquanta persone offre ai viaggiatori, agli uomini d’affari e ai numerosi turisti, un menù tradizionale francese. Ottimo l’arrosto di vitello, il fegato d’oca, la tartare e le escargot di Borgogna.

Non economico ma ne vale la pena.

Vale la pena anche chiudere gli occhi e immaginarsi di trovarsi avvolti nell’atmosfera della Belle Époque, seduti al tavolo degustando un buon bicchiere di vino in attesa che facciano le comparse gli habitué come Coco Chanel,Colette, Jean Cocteau. Ma fate presto l’ultimo servizio parte alle 22.45!  

 

PER RICEVERE VIA EMAIL LA NOSTRA NEWSLETTER CON TANTE IDEE PER LE VOSTRE GIORNATE A PARIGI:

Mariolina

Annunci

I commenti sono chiusi.