Haila!

Era una tiepida giornata d’autunno, una giovane coccinella passeggiava tranquilla sul prato scaldando le ali al sole quando all’improvviso scorse un’ombra scura che si avvicinava ingrandendosi sempre più; alzò gli occhi impaurita e gridò: “Mammaaaaa un dinosauroooo!“.
La mamma, che stava ripulendo la tana, sentite le grida della sua piccola, si precipitò in volo verso il prato e la trovò rannicchiata con le zampette che le tremavano dalla paura.
Cos’è successo?” Chiese preoccupata.
“Mamma, guarda laggiù, un dinosauro!“.
“Un dinosauro?”
Ripeté mamma coccinella incredula e divertita “Ma no, tesoro, è una lucertola!“. “
Si sta avvicinando, forse vuole mangiarci!” Disse la piccola spaventata.
“Tranquilla, vieni vicino a me, apri bene le ali, ti insegno un trucchetto per allontanarla“.
La mamma aprì le sue ali accanto alla piccola.
Ora le due coccinelle sembravano un unico insetto abbastanza grande per fermare l’avanzata della lucertola.
“Chi sei?” domandò la lucertola con voce grossa.
“Sono Haila” rispose convinta mamma coccinella sussurrando alla figlia di stare in silenzio. “Sono un insetto con due teste e dodici zampe, mooolto velenoso” continuò sollevandosi sulle zampe più che poté.
La lucertola stupefatta da quella strana creatura decise che per quel giorno avrebbe cercato un altro pranzo  e si allontanò.
“Evviva” esulto’ la piccola coccinella “sei stata grande mamma, l’abbiamo proprio spaventata!”
Poi aggiunse allegramente: “Perché la prossima volta quando incontriamo un dinos… ehm…  una lucertola non voliamo via?”.

E proprio vero: di fronte a certe situazioni difficili basta inventarsi qualcosa o semplicemente… volare via!
Annunci

I commenti sono chiusi.